FuoriSalone 2016

Sono passati già un po’ di giorni dalla fine del Salone del Mobile 2016 e ancora ne sento parlare. Dopo la presentazione del nostro primo progetto per nerosicilia, Textone, di due anni fa, l’azienda ci ha chiesto di pensare a un nuova interpretazione della pietra lavica dell’Etna (che ormai tutti chiamano nerosicilia). Senza dubbio una grande sfida. La verità è che quando si parla di una pietra non si può fare a meno di pensare a essa nella sua funzione “naturale” di rivestimento bidimensionale e/o tridimensionale. La prima domanda che ci siamo posti è stata: “ok è un rivestimento, ma come si può valorizzare la sua fruizione? … “. Le varie superfici di nerosicilia sono venute in nostro soccorso e ad esse abbiamo dato una nuova forma: multiplem, sicuri che superfici, toni, colori, enfatizzate da nuove forme, non consuete ma semplici, potevano dare una nuova lettura della materia.

multiplem è il nuovo progetto di jpeglab (Massimo Barbini + Giovanni Salerno), nato per essere un progetto non di materie, ma un vero è proprio “concetto formale”, risultato della scomposizione di un quadrato in quattro forme, tre triangoli e un trapezio, le quali ricomposte, sempre in maniera diversa, danno vita ad altre figure geometriche.

multiplem

Lanciato come prima applicazione per mosaicomicro nel 2015, oggi reinterpreta anche nerosicilia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...